Abbonati Accedi
Informazione lenta e approfondita
per un altro mondo di giornalismo
ATTUALITÀ
CULTURA
ANALISI
INCHIESTE
INTERVISTE
Informazione lenta e approfondita
per un altro mondo di giornalismo
315.000
Copie stampate
1107
Articoli scritti
850
Attiviste/i
73000
Persone coinvolte
2430000
Utenti raggiunti

Intervista a Vasco Brondi


Erika Ravot, Aurora Grazioli e Daniela Ionita

“Tra miracoli e cose normali” canta Vasco Brondi in Ci abbracciamo, singolo estrapolato dal suo ultimo album in uscita il 7 maggio. Con lo stesso verso potremmo riassumere la nostra chiacchierata con lui. Abbiamo parlato del valore della cultura, del potere della contaminazione di conoscenze, dei necessari interstizi di silenzi e riflessioni in un mondo che scorre troppo veloce Continua a leggere

Tra pregiudizio e prevenzione, l’Europa alle prese con lo Sputnik V


Simone Martuscelli e Luca Zucchetti

Il 2 febbraio 2021 il vaccino russo Sputnik V, elaborato dall’Istituto Gamaleia e registrato l’11 agosto 2020, ha finalmente acquisito quella legittimità che ancora gli mancava. Proprio quel giorno infatti sulla rivista britannica Lancet, che di questi tempi gode di una certa pubblicità, sono apparsi i risultati della fase 3, condotta su 21.977 individui accuratamente selezionati Continua a leggere

Intervista a Folcast


Veronica Poggi e Claudia Esposito

L’ultima edizione del Festival di Sanremo ha cambiato toni e sembra essersi mossa, attraverso le scelte della direzione artistica, verso i giovani. “Abbiamo svecchiato il Festival”, così Amadeus ha commentato la prima serata e i dati d’ascolto sembrano confermare che - nonostante le difficoltà create dai protocolli Covid - Sanremo 2021 ha ottenuto uno degli obiettivi prefissati. Continua a leggere

Il ruolo politico dell’agricoltura


Samanta Zisa, Eleonora Sartirana, Margherita Vita, Marta Bernardi

La metà della superficie abitabile del pianeta è adibita all’agricoltura; si tratta di 5,1 miliardi di ettari, pari a 0,69 ettari pro capite. Negli ultimi cinque secoli l’espansione della superficie coltivata è stata esponenziale e negli ultimi decenni il rendimento delle terre è cresciuto considerevolmente Continua a leggere

Tra informazione mediatica e rappresentazione finzionale


Gina Maria Marano, Gaia Del Bosco e Francesca Asia Cinone Ha collaborato Emma Sangalli Moretti

È necessario e urgente raccontare e ri-narrare la salute della mente, ripartendo dall'inclusività e dal linguaggio. Il compito dell’informazione è quello di invertire le disinformazioni e diffondere un linguaggio che scinda la persona dalla sua sofferenza, la quale non è che un aspetto della persona, ma non la persona stessa. Continua a leggere

Il capitalismo non conosce la poesia


Anna Leonilde Bucarelli

Raimondo Di Maio a Napoli, con la sua piccola libreria “in fondo alla città”, era il solo editore italiano ad avere in catalogo la Glück quando le è stato assegnato il Nobel per la letteratura 2020. La sua casa editrice Dante & Descartes ha prodotto dal 1986 a oggi più di trecento “libri artigiani”, come gli piace chiamarli. Continua a leggere

N. 40 - Aprile 2021

Il 40esimo numero di Scomodo è arrivato!
Abbonati per riceverlo a casa, sfogliarlo in versione pdf o leggere tutti gli articoli online.

SCOPRI IL NOSTRO LAVORO

Indovina chi viene agli Oscar?


Carlo Giuliano e Costanza Ibba

Di qui a meno di quarantott’ore, saranno 93 anni dall’istituzione dell’Oscar al Miglior Film, la statuetta più ambìta del festival più popolare al mondo, che a inizio autunno si è vista redigere un regolamento d’ammissione ad hoc che entrerà in vigore dal 2024. I nuovi parametri, pensati per combattere la discriminazione di genere, della comunità LGBT+, di persone con disabilità e s... Continua a leggere

Il Cremlino teme la musica sovversiva!


Dario Limongelli, Gabriele Vallin e Geremia Trinchese

Il 23 gennaio Mosca, San Pietroburgo e altre città hanno così visto la mobilitazione di migliaia di cittadini e cittadine nelle maggiori piazze, manifestazioni culminate in scontri con le forze dell’ordine con oltre quattromila persone arrestate. Al corteo moscovita hanno partecipato anche i rapper Mc Noize, Vladi e le attiviste del collettivo punk rock Pussy Riot. Continua a leggere

C’era una volta a Lambrate, la mostra sul Covid di Fabrizio Spucches


Caterina Nigra e Erika Ravot Foto di Fabrizio Spucches

La mostra fotografica di Fabrizio Spucches dal titolo Once upon a time in 2020 è stata allestita nel nuovo spazio espositivo di Scalo Lambrate, ex scalo ferroviario parte di un interessante progetto di rigenerazione urbana. L’esposizione, aperta al pubblico il 28 febbraio 2021. Continua a leggere

La sanità mentale è ancora un problema politico


Arianna Preite. Hanno collaborato Anna Leonilde Bucarelli, Benedetta Arcangioli e Luca Giordani

Il massiccio dilagare del disturbo mentale non prende vita in tempi strettamente recenti. Ciò che non è cambiato in questo decennio è il modo di percepire a livello politico e di dibattito pubblico il problema della salute mentale: la risoluzione dei problemi psicologici è ancora un tema che viene sistematicamente scaricato sui singoli individui. Continua a leggere

Il governo tecnico è un unicum tutto italiano?


Ottavia Pastorella, Federica Scannavacca e Gabriele Vallin

I governi tecnici nascono normalmente quando il Paese  attraversa un periodo di crisi e non si hanno maggioranze stabili in Parlamento che possano prendere le decisioni necessarie, perciò il Presidente decide di affidare l’incarico di premier ad una figura “super partes”, che sia in grado di  gestire la crisi e agire in maniera netta specialmente in campo economico Continua a leggere

Sette anni senza pace in Donbass


Elena Allara, Davide Meda e Luca Zucchetti

Sono passati sette anni dall’inizio del conflitto in Donbass, sul confine russo-ucraino, ma non sembra esserci ancora alcuna soluzione percorribile. Nemmeno il presidente Zelenskij, che pure ha puntato molto sulla pace durante la campagna elettorale del 2019, pare essere in grado di porre fine a questo conflitto per concentrarsi su altri temi pressanti. Continua a leggere

La pace tradita dell’Etiopia


Ginevra Falciani e Marika Riccetti

Agli inizi di novembre, mentre l’attenzione del mondo era rivolta alle elezioni degli Stati Uniti, il presidente etiope Abiy Ahmed - Premio Nobel per la Pace nel 2019 - iniziava una campagna militare contro la regione del Tigray, al confine con l’Eritrea. L’operazione è stata inizialmente giustificata come una risposta all’attacco delle truppe del Tigray People’s Liberation Front (TPLF)... Continua a leggere

Libano: il Paese che non funziona


Chiara Di Tommaso, Nicolò Benassi, Jacopo Caja e Giulia Falconetti

Negli ultimi tre anni il Libano sembra avere intrapreso una strada a ritroso: le condizioni economiche, sociali e politiche del Paese sono peggiorate in modo esponenziale e allarmante. La situazione è definitivamente precipitata il 4 agosto 2020, quando nel porto di Beirut sono esplose 2750 tonnellate di nitrato d’ammonio, che hanno devastato la città, peggiorando la situazione. Continua a leggere

Non dateci più il nostro cibo quotidiano


Marina Roio, Marta Guazzoni, Sara Sofia

L’espressione Wet Market è stata sulla bocca di tutti per mesi in concomitanza con la pandemia corrente: drammatiche le immagini restituite dai media dei mercati cinesi e lontanissime dall’immaginario quotidiano. Tali realtà, sono state identificate da alcuni come una delle principali cause dello scoppio della pandemia, anche se non è ancora una tesi condivisa né tantomeno verificata. Continua a leggere

Leggi Scomodo su carta!

Quanto è scomodo il mondo in cui viviamo? Siamo in casa, chiusi nelle nostre stanze, e fuori dalla porta di casa tutto sta cambiando rapidamente. È il momento di sedersi e riflettere. Abbonati alla rivista studentesca più letta d'Italia. Leggi Scomodo su carta!

ABBONATI

L’Ungheria si sta sempre più avvicinando alla Cina


di Federica Carlino e Luca Bagnariol

Fin da quando è riuscito ad ottenere la vittoria nelle elezioni presidenziali in Ungheria del 2010, Viktor Orbán ha da sempre rappresentato un problema per l’Unione Europea. Le politiche messe in atto dal Primo Ministro ungherese nel corso di questi 11 anni hanno spesso messo in luce la fragilità dell’Unione, rivelatasi incapace di contrastare un così aggressivo processo di accentramento Continua a leggere

Le generazioni tra Beat e Byte


di Alessandro Mason, Erika Ravot, Ludovica Russo e Sara Paolella

Con la morte di Lawrence Ferlinghetti se n’è andato l’ultimo simbolo della Beat Generation. Portavoce di un nuovo linguaggio e di ideali rivoluzionari, gli autori Beat hanno plasmato il mondo e gettato le basi per le generazioni future, scandendo un’evoluzione che va dal Beat al Byte. Continua a leggere

L’Onda Anomala, l’ultimo movimento studentesco in Italia


Federica di Gioia

 Dopo più di dieci anni nessun movimento sociale è riuscito a imporsi a livello nazionale come L’Onda Anomala, che abbracciò la generazione dei millennials in tutta Italia, uniti contro la svendita e al de-finanziamento programmatico dell’Istruzione pubblica. Continua a leggere

La crisi demografica italiana può portare all’estinzione di molti atenei


Corinna Di Petrillo e Pietro Forti

L’Italia invecchia e le elaborazioni di Talents Venture sulle proiezioni ISTAT parlano chiaro: senza un efficace piano di sviluppo per coinvolgere le giovani e i giovani italiani e senza nuove tipologie di immatricolati, molti atenei sono destinati a soffrire o addirittura a sparire.  Continua a leggere

Azionariato critico


Nicolò Lauzi e Lorenzo Cirino

Le banche sono solite dedicare una buona parte delle loro risorse all’investimento azionario. Valutare non solo la possibilità di realizzare profitti, ma anche considerare, accanto ai margini di crescita strettamente economica, fattori di impatto sociale e ambientale. Ciò può avvenire attraverso la partecipazione azionaria etica. Continua a leggere

“Pazzo per Gesù” e le terapie di conversione omosessuali


Elena D’Acunto, Maria Cristina Odierna e Marika Tanzi

Un’esclamazione, poi un motivetto: «pazzo sì, pazzo per Gesù» è divenuta una delle tante frasi parodiche stagnanti nel mare magnum di espressioni goliardiche, che la cultura pop ha ingurgitato velocemente. Ecco cosa sono e come vengono applicate le terapie di conversione dall’omosessualità all’eterosessualità tra pseudopsicologia e religione. Continua a leggere