Abbonati Accedi

INQUINANTI

Le responsabilità di chi avvelena

Con il sostegno di

Inquinanti è un progetto d’indagine e divulgazione editoriale nato dalla collaborazione tra Scomodo e Greenpeace Italia.

L'intento del percorso è quello di avviare un'inchiesta pluridirezionale con la volontà di indagare le responsabilità sociali, economiche e politiche dei grandi emettitori italiani. Il progetto inaugurato nel Novembre 2019 è realizzato esclusivamente da redattori under 30 con la consulenza di accademici, professionisti di vari settori e con il supporto delle professionalità interne a Greenpeace.

Eni e il miraggio della green revolution a Gela

La multinazionale Oil&Gas sta portando avanti la riconversione della raffineria, contornata da dubbi (e fallimentari) progetti “green”

Gela, da piccolo borgo agricolo qual era negli anni '60, ha assunto con lo scorrere del tempo e dei fumi inquinanti dell’ex stabilimento petrolchimico di Eni le fattezze di una v...

L’agricoltura o il profitto di Eni: quale dei due è realmente il settore primario a Gela?

La scoperta del petrolchimico ha creato danni pesanti ancora oggi per l’agricoltura, in una delle aree più fertili dell’intera Sicilia

Nel 1956 a Gela vennero scoperti dei giacimenti petroliferi e da quel momento la storia di questo borgo rurale di origine greca cambiò inesorabilmente la sua direzione. Nel 196...

A gela i banchi hanno sei zampe

Il rapporto tra Eni e le scuole pubbliche di Gela è emblematico dell’impatto della multinazionale sui territori in cui opera

Il nome di Gela, città siciliana in provincia di Caltanissetta, viene associato immediatamente a quello dell’Eni. Nonostante il glorioso passato magnogreco che ha lasciato numer...

Gela: il lavoro che continua ad ammalare

Dal 2014 il rapporto tra Eni e la città di Gela è cambiato. La “Mamma Eni” che portava lavoro, ora ha lasciato danni e malcontenti.

Nel 2014, in un panorama europeo in cui le prospettive per il settore della raffinazione sembravano confermare un ridimensionamento del ruolo dei prodo...

La cura Eni

Se il diritto allo studio passa per le mani di una multinazionale del petrolio

Quali sono le relazioni tra l’Eni e l’istruzione pubblica a Gela? Nelle scuole della città siciliana, la presenza dell’azienda appare particolarmente ingombrante. In alcuni ...

Gela anni venti: la fine di un mondo

Entrato in funzione nel 1963, il polo petrolchimico di Gela diviene presto uno dei più grandi nel quadro europeo dell’epoca, radendo al suolo la splendida Piana del Signore, con...

Eni nel mondo ha una pessima reputazione

Se l’operato di Eni pare intoccabile e indiscutibile per chiunque in Italia, all’estero le pratiche spesso dubbie arrecano alla multinazionale e al Paese un danno reputazionale non da poco

Tanto tuonò che piovve. La tanto discussa, ma forse mai veramente in dubbio, conferma di Claudio Descalzi alla carica di amministratore delegato di Eni da parte del governo si è ...

L’ecologismo è la bussola per uscire dalla pandemia

Intervista di Scomodo al direttore di Greenpeace Italia Giuseppe Onufrio

Con l’obiettivo di provare a delineare gli scenari ecologici futuri di un mondo alle prese con il Coronavirus, raccolti in un articolo in uscita sul numero di aprile, Scomodo ha ...

Scopri INQUINANTI vol. 1

Il legame tra l’inquinamento e il costruito umano in Italia. Attraverso cinque focus si cerca di delineare una linea comune tra tematiche molto distanti ma al tempo stesso profondamente vicine per l’impatto enorme che hanno sulle nostre vite e sul futuro del nostro pianeta.

I contenuti su questa sezione del sito sono stati prodotti grazie al contributo economico fornito da Greenpeace Italia Onlus per la sua realizzazione. La responsabilità dei contenuti editoriali e creativi è della testata registrata Scomodo.